Image

La Biennale dello Spazio Pubblico - Roma 2015

Giovedì 26 Giugno 2014 12:01:00  |  Novità  |  

di Guglielmo Minervino

La nuova edizione della Biennale dello Spazio Pubblico - BISP2015 inugurata questa estate, intende aprire in Italia un ampio discorso sul tema della complessità.

Sulla scia dei precedenti anni, la BISP conferma una visione aperta e collaborativa con tutti i protagonisti della scena urbana. Il tema dello spazio pubblico, vasto e trasversale, avrà come focus generale la qualità dello spazio pubblico, il quale sarà approfondito declinandolo secondo quattro ambiti: le regole, il progetto, la costruzione, la gestione.

Primo appuntamento della prossima Biennale è stato il workshop del 24 giugno durante il quale numerosi soggetti del mondo accademico, associazionistico, volontaristico e professionale si sono riuniti per tracciare le prime proposte operative ed una linea programmatica che arriverà fino all'appuntamento conclusivo del 21-24 maggio 2015.

Uno dei temi più caldi e di respiro internazionale è quello della "Carta dello Spazio Pubblico": prodotto della precedente edizione BISP2013 ed adottata da UN-Habitat. Recentemente il toolkit della Carta è stato presentato al 7° World Urban Forum organizzato a Medellin (Colombia ) da UN-Habitat il 6-11 aprile scorso.

La International Society of Biourbanism partecipa al workshop proponendo, per il prossimo inverno, un breve ciclo seminariale sullo spazio pubblico attraverso i temi della neuroergonomia, della sociogenesi e dell'agopuntura urbana.

La ISB accoglie la Carta e la definizione di spazio pubblico fin da subito ed attraverso le sue sperimentazioni in atto ne inizia a mettere in pratica le indicazioni che trovano un'alta corrispondenza con le teorie biofiliche alla base del pensiero sientifico della Società.

Al workshop introduttivo hanno partecipato rilevanti istituzioni, tra le quali: UN-Habitat, The International Federation for Housing and Planning, L'Istituto Nazionale di Urbanistica, Il Consiglio Nazionale degli Architetti Pianificatori Paesaggisti e Conservatori, L'Associazione Nazionale Comuni Italiani, il Fondo Italiano per l'Abbattimento delle Barriere Architettoniche e la nostra International Society of Biourbanism.

La BISP2015 conferma quindi le attese prospettando un anno ricco di iniziative.

comments powered by Disqus