Image

Summer School in Neuroergonomics and Urban Design 2012

Giovedì 01 Novembre 2012 21:33:00  |  Formazione  |  

di Stefano Serafini

 

Dal 15 al 23 luglio 2012 il centro storico del borgo medievale di Artena (Roma) ha ospitato la scuola estiva residenziale di 8 giorni dedicata allo studio degli effetti che le forme architettoniche e urbanistiche hanno sulla salute fisica e mentale delle persone. Si è trattato della prima Summer School in Neuroergonomics and Urban Design, organizzata dalla ISB e alla quale hanno partecipato 18 studiosi provenienti da 11 Paesi con lo scopo di apprendere le più avanzate tecniche di progettazione per realizzare spazi consoni alla neurofisiologia umana.

Gli insegnanti erano quasi tutti professionisti italiani che operano all’estero, tornati nel Belpaese per questo primo grande corso internazionale di Biourbanistica.

Perché Artena? Perché la neuro ergonomia e la biourbanistica hanno rivalutato la forza e il valore proprio di strutture urbane come quella del suo centro storico. Un valore strutturale, che comprende come petali di uno stesso fiore, bonus ecologici, sociali, sanitari, economici, psicologici ed estetici. Sarebbe lungo spiegare qui i motivi per i quali Artena – come altri borghi italiani – può fornire al mondo modelli preziosi per la società di domani, o quantomeno perché la sua natura interessi così tanto studiosi di diversi Paesi che si occupano oggi dell’urbanistica e del suo rapporto con la felicità umana.

In effetti ciò fa parte degli argomenti del corso, che tra le altre cose comprendono elementi di neurologia applicata e psicologia ambientale, studio del rapporto fra corporeità e spazio sociale, progettazione algoritmica, affinamento sensoriale, critica urbanistica, pedagogia della mimesi, design studio.

comments powered by Disqus