Image

Simposio alla University of Derby (UK)

Lunedì 23 Giugno 2014 13:07:00  |  Formazione  |  

di Antonio Caperna

Giovedì, 19 giugno 2014, si è svolto presso l’University of Derby (Regno Unito), il Symposio “Self-build processes and Self-organising Communities”, organizzato dal Built Environment Research Group (BERG) e coordinato dalla Professoressa Eleni Tracada.

La ISB ha patrocinato il simposio insieme alla Fondazione Michelucci di Firenze e all’Habitat et Participation di Bruxelless.

I lavori sono stati aperti con il benvenuto della professoressa Tracada, che ha poi proseguito tracciando un quadro di sintesi sui processi di autocostruzione in Europa.

Quindi l'intervenuto Benoit Debuigne che ha illustrato le realizzazioni di autocostruzione di edifici per famiglie che l'associazione non profit Habitat et Participation segue in varie città del Belgio.

La lecture, “Self-build processes and progress in Belgium since completion of B.E.S.T.” si è articolata in un ampio quadro di sintesi sia delle realizzazioni in atto che del quadro socio-economico e normative in Belgio.

Il successive intervento, intitolato “Self Build processes and Construction in UK”, è stato curato dal Prof. Martin Adlington dell’University of Derby. Adlington ha illustrato la situazione in Gran Bretagna, sottolinenando la necessità che il Paese recuperi molte posizioni nei processi di autocostruzione rispetto al contesto Europeo.

Il suo intervento ha, tra l’altro, anche sottolineato le difficoltà nell’attuare procedure di autocostruzione, dovute ad un regime normativo, quello Britannico, che deve ancora raggiungere una piena maturazione nel particolare contesto dell'autocostruzione.

Quindi il Dr. Stefano Serafini, Direttore delle Ricerche della ISB, ha presentato “Some notes about biological self-organization and Biourbanism”, illustrando i processi di auto-organizzazione nelle strutture biologiche e come queste leggi costituiscano il fondamento epistemologico della Biourbanistica. 

L’intervento del Prof. Antonio Caperna, è stato incentrato sull'argomento “Self-organization, science and cities”, In esso il docente ha illustrando le leggi dell'auto-organizzazione e dei fenomeni emergenti nell'ambito dei sistemi complessi e la traslazione di queste leggi alle strutture urbane.

Il Prof. Luca D’Acci ha introdotto il tema dell’”Isobenefit Urbanism”, ovvero di quella metodologia di analisi della qualità urbana ottenuta attraverso l’individuazione delle aree o luoghi cittadini che manifestano una significativa qualità dell’ambiente costruito determinando, così, l'individuazione di "isolinee di benessere". 

Infine, l’Arch. Natalie North ha presentato il progetto “Developing a Tactical Place Making Proposal: the Rewards and the Challenges”. Si tratta di un intervento di tactical urbanism, ovvero di attuare azioni per la rinascita di porzioni di territorio urbano che hanno problematiche socio-economiche ed urbanistiche.

Al termine dei lavori, la Professoressa Eleni Tracada, nel ringraziare i convenuti per i significativi contributi forniti, ha auspicato una più stretta collaborazione tra le suddette strutture e l'University of Derby. 

comments powered by Disqus