Image

Nikos Salingaros: scritti sui principi della struttura urbana

Lunedì 28 Aprile 2014 17:48:00  |  Teoria  |  

di Antonio Caperna e Stefano Serafini

Nel corso delle prossime settimane il nostro sito ospiterà alcuni scritti del Prof. Nikos Salingaros, inediti in lingua italiana, dedicati ai principi della struttura urbana.

Laureato e dottore di ricerca in fisica, nel corso degli anni il Prof. Salingaros si è occupato di fisica nucleare, fisica del plasma e matematica dei sistemi complessi, per poi collaborare con Christopher Alexander, e divenire uno dei più apprezzati teorici critici dell’architettura e dell’urbanistica.

Attualmente insegna matematica all’Università del Texas a San Antonio ed è Presidente Onorario della Società Internazionale di Biourbanistica.

L’obiettivo che ci siamo prefissati nel pubblicare questi scritti è, sostanzialmente, quello di fornire agli architetti e agli urbanisti una nuova strumentazione teorica per spiegare ed analizzare l'organismo urbano: un modello che permetta di spiegarne il funzionamento riferendosi in maniera coerente alle discipline della fisica, della matematica, della neurofisiologia e della biologia evolutiva.

In tal modo contiamo di fornire ai nostri amici italiani quelle informazioni basilari attraverso le quali aprire una finestra su un nuovo modello scientifico per progettare ambienti pensati per l’uomo.

La lettura dei saggi presenterà la città come struttura complessa composta da “reti”. Reti non solo fisiche, ma anche sociali, economiche e cognitive.

La città è un sistema con cui l’uomo interagisce ogni giorno della sua vita. Se essa è strutturata su corretti parametri fisico-matematici e cognitivi, allora avremo città capaci di generare connessioni sociali, supportare le comunità e, soprattutto, capaci di non influire negativamente su quel complesso sistema dinamico che è il nostro corpo vivente.

Sono queste le basi che delineano la nascita di una nuova scienza: la biourbanistica.

Auguriamo a tutti una buona lettura, nella speranza che, soprattutto i giovani, sappiano coglierne la grande opportunità per una crescita culturale, umana e professionale.

Qui il primo testo: I linguaggi dei pattern.

comments powered by Disqus